FILI DI PASSATO, FILI DI FUTURO

I fili sono recentemente comparsi nelle mie creazioni per caso ed i giorni scorsi hanno fatto nuovamente capolino…

Notando il la mia predilezione per i soggetti floreali, mamma mi ha regalato una piccola collezione di vecchi numeri di una storica rivista di “lavori femminili”, molti dei quali s’ispirano alla natura e che mi hanno a loro volta ispirata. Fili, fili, fili… ed a furia di “sfogliar fili” non potevo che ripensare anche a quando, per lavoro, disegnavo ricami. Notate bene che ho detto “disegnavo”, non “realizzavo”, non sopravvalutatemi! Ma forse non sono nemmeno così poco portata: ho appena imparato a maneggiar fili per fare cordoncini e già mi son messa ad improvvisare varianti per creare occhielli.

TITOLO: rose che ricamano
TECNICA: pirografia su legno
DIMENSIONI: 3,5x16cm circa. Spessore entro 3mm.
FINITURA: cera

Felice d’aver trovato un bel modo di utilizzare i fili ereditati da nonna Mariuccia sono andata dall’omonima zia per mostrarle le ultime creazioni e legare i miei fili a quelli dei suoi ricordi: da giovane era brava ad usarli e non ho ben capito se sia stata più orgogliosa o “invidiosa”, pensando alle abilità perse col tempo… a novant’anni suonati s’accontenta di fare eccezionali rammendi!

TECNICA: pirografia su legno
DIMENSIONI: 55x70x10mm circa
Non vi pare che la mia vita, in questi giorni, sia proprio appesa (si fa per dire, via con gli scongiuri!) ad un filo? O magari diciamo ad un bel cordone resistente, allegro e raffinato, fatto di tanti, tanti, tanti fili intrecciati: quelli dei ricordi ma anche quelli che costruiscono tante cose oggi e continueranno nel futuro… che vagare con la mente è bello ma far cose pratiche è entusiasmante!

Arrivederci al prossimo post tra realtà e fantasia!

Anna

9 risposte a "FILI DI PASSATO, FILI DI FUTURO"

Add yours

  1. Ma che originale questo legnetto Anna mia e queste variazioni di colore ecru che sanno tanto di cose antiche che io adoro e andavo a scovare nei solai dei contadini quando ero nel Teccio in montagna..Bellissimo.
    E questa tua metafora degli intrecci, si , intrecci fantastici, reali, chissà..quale sarà meglio..
    Io sono un'apprendista della pratica e non mi sono ancora misurata con l'entusiasmo, se non musicale o visivo!
    Bacio specialissimo

    Mi piace

  2. Cara Nella, è vero, i toni della pirografia sanno di altri tempi!
    In teoria potrebbero sembrare monotoni (è legno che brucia, chiaro o scuro ma più che marrone non può essere) invece creano belle atmosfere. Anche se come sempre è questione di gusti, a qualcuno di sicuro non piaceranno…
    E tu… scrivi tanti articoli e post riguardo alle cose che ti entusiasmano, altro che apprendista, sei una vera esperta della pratica!

    Mi piace

  3. Ma grazie mia cara Anna, troppo gentile e carina sempre con me…
    Per me questo lavoro è delizioso, anche perchè veramente sembra uscito da una antica scatola di ricordi!
    Ti stringo forte amica mia!

    Mi piace

  4. Valentina, grazieeeee! È una tecnica che sento particolarmente “mia” e vedo che piace anche a voi che l'osservate, probabilmente anche perchè non è delle più utilizzate, quindi è antica e sa di antico ma vedendola poco sa anche di nuovo…
    Speriamo che col tempo continui ad entusiasmare, me e voi!

    Mi piace

  5. In genere mi piacciono moltissimo i lavori pirografati, forse per quel senso di calore che dà il colore (scusa il bisticcio di parole) nei suoi vari toni, che sempre marrone è ma sempre diverso nei suoi chiari e scuri. Ohibò … devo aver pasticciato un po' il mio pensiero, ma spero che tu abbia recepito la mia ammirazione per questi tuoi legnetti.
    Ciao mia cara.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Creato su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: