Vogliamo venire alla festa!

Prototipi di biglietti augurali – inviti – ringraziamenti – bomboniere che posso realizzare e personalizzare per te • creazioni originali di Anna Bernasconi Art

Dal mio blog “Tra realtà e fantasia”.
Per leggere il piccolo racconto di questa ispirazione, clicca QUI!

Biglietti augurali, inviti, ringraziamenti, bomboniere • dipinti su carta • completamente personalizzabili • se vorresti acquistare o commissionarmi un’opera contattami per info, senza impegno.

Anna

Impazienza e giorni giusti

Dipinto Giorni giusti • testo e immagini sono creazioni originali di Anna Bernasconi Art

Dal mio blog “Tra realtà e fantasia”.
Per leggere il piccolo racconto di questa ispirazione, clicca QUI!

Dipinto Giorni giusti • acquerello acrilico su carta • 11×14,5 cm circa • se vorresti acquistare o commissionarmi un’opera contattami per info, senza impegno.

Anna

Torniamo a regalarci dediche (e un po’ d’arte)

Linoleografia Il primo inverno • creazione originale di Anna Bernasconi Art

Dal mio blog “Tra realtà e fantasia”.
Per leggere il piccolo racconto di questa ispirazione, clicca QUI!

Stampa d’arte Il primo inverno / linoleografia su carta Fabriano Unica 250g/m² • tiratura limitata • Se ti piacerebbe avere una mia opera contattami, per maggiori info, senza impegno.

Anna

Nozze di legno, cuori e messaggi speciali

IMG_20180829_182451SOGGETTO: decorazione personalizzata.
TECNICA: pirografia su legno
DIMENSIONI: 8,5×13 cm circa

Oggettistica in legno personalizzata, realizzo targhe/quadretti/decorazioni simili su commissione.

Nei menu del sito trovi i link agli shop o, se preferisci, per acquistare o per semplici informazioni, trovi anche il modulo per contattarmi.

Puoi leggere la presentazione di questa creazione, insieme a tutte le info, ispirazioni e curiosità, cliccando QUI!

Anna

NEL MONDO DI GEA, TRA AMICI ED IDEE

ABart_1808_B_shop.jpg

SOGGETTO: segnalibro o decorazione da appendere personalizzata.
TECNICA: pirografia su legno
DIMENSIONI: 2,5×14 cm circa

Opera originale di Anna Bernasconi Art, persiìonalizzata. Puoi richiedermi qualcosa di simile!

Nei menu del sito trovi i link agli shop o, se preferisci, per acquistare o per semplici informazioni, trovi anche il modulo per contattarmi.

Puoi leggere la presentazione di questa creazione, insieme a tutte le info, ispirazioni e curiosità, cliccando QUI!

Anna

CLASSICI IN VESTE INSOLITA

ABart_1806_shop

SOGGETTO: biglietti augurali o inviti con illustrazioni personalizzabili per tutte le occasioni.
TECNICA: tecniche digitali e tradizionali
DIMENSIONI: misure personalizzabili

Opere originali di Anna Bernasconi Art, eseguite su commissione. Puoi richiedermi biglietti augurali ed inviti per le tue occasioni speciali!

Nei menu del sito trovi i link agli shop o, se preferisci, per acquistare o per semplici informazioni, trovi anche il modulo per contattarmi.

Puoi leggere la presentazione di questa creazione, insieme a tutte le info, ispirazioni e curiosità, cliccando QUI!

Anna

UNA MAPPA DEL TESORO IN NUOVA ZELANDA

ABart_1725_shop.jpgSOGGETTO: Nuova Zelanda (illustrazione personalizzata)
TECNICA: pirografia su legno
DIMENSIONI: 8×9,5cm circa
NOTE: applicazione calamaita

Opera originale di Anna Bernasconi Art, pezzo unico, disponibile.

Nei menu del sito trovi i link agli shop o, se preferisci, per acquistare o per semplici informazioni, trovi anche il modulo per contattarmi.

Puoi leggere la presentazione di questa creazione, insieme a tutte le info, ispirazioni e curiosità, cliccando QUI!

Anna

COME UN ELFO DI BABBO NATALE

Ogni anno si avvicina Natale ed ogni anno quasi tutti gli artisti ed artigiani diventano (o almeno si sentono, almeno un po’) degli elfi aiutanti di Babbo Natale. Ci si può sentire tali anche da molto prima del 25 dicembre, perchè per preparare dipinti e manufatti per tutti, grandi e piccini, ci vuole tanta cura e quindi tanto tempo!

Io sono la solita ritardataria ma a calarmi nella parte, almeno un poco, non rinuncio. Quest’anno mi sono concentrata sui biglietti augurali e ieri li ho inseriti nei miei shop, così chiunque può curiosare e trovare qualche info. A far loro compagnia ci sono alcune decorazioni ancora disponibili ed ovviamente i miei quadri e la bigiotteria artigianale, creazioni non prettamente natalizie ma che possono diventare delle idee regalo!

Vi invito quindi a visitare le mie vetrine (in questo periodo le trovate QUI e QUI) e se ho creato qualcosa che fa al caso vostro contattatemi per qualsiasi info. Se cercate qualcosa di diverso potete anche farmi richieste personalizzate!

Comunque, che quest’anno possa o meno essere l’elfo di Babbo Natale che preparerà i vostri regali, arrivederci al prossimo post tra realtà e fantasia!

Anna

IL ROSSO VA CON TUTTO (O ERA IL NERO?)

Per una volta che non mi metto a curiosare… è solo una piccola imprecisione ma ma per festeggiare una laurea da “110 con lode” sarebbe stata adeguata una targa-ricordo non semplicemente giusta ma addirittura perfetta.
ISPIRAZIONE: laurea
TECNICA: pirografia su legno
DIMENSIONI: 12×18 cm circa
FINITURA: cera
Il laurus è immancabile: una bella corona in testa al laureato e qualche ramo a decorare la creazione dedicatagli.
Molti, guardando lo sfondo hanno pensato ad un alveare, in realtà la scelta non è legata specificatamente alle api ma più in generale all’esagono, preziosa geometria usata anche dai laboriosi ed ingegnosi insetti. Ho notato dei richiami a quella forma sulla copertina della tesi e mi sono detta che non poteva essere una scelta casuale, infatti è facile scoprire (o riscoprire!) che è una struttura di rilevante valore (artisticamente l’avevo già sfiorata QUI).
Il terzo elemento decorativo che ho scelto è un nastro rosso. Corone d’alloro intrecciate di nastri rossi, confetti rossi, bomboniere rosse… è il colore che spicca quando si parla di laurea ed anche in occasione di questa è stato così. Troppo tardi mi son chiesta “perchè rosso?”, scoprendo che quello è il colore convenzionalmente associato alle lauree ma volendo essere pignoli ogni facoltà ne ha uno specifico e stavolta sarebbe stato perfetto il nero!
Eh va beh, “zia” Anna (non sono esattamente una zia ma… quasi, dai!) non ha eccelso ma non si può nemmeno dire che abbia sbagliato, mi do un 110… senza lode! He he he he he, che modestia…
Battute a parte, concludo con l’ennesima conferma che cedere alla curiosità (quella stimolante, non quella invadente) è sempre una buona idea e vi do l’arrivederci al prossimo post tra realtà e fantasia!
Anna

UN’OCCASIONE D’ORO (E PEONIE)

È arrivato il momento giusto per un nuove realizzazioni: è periodo di nozze d’oro in famiglia ed io a cosa potevo pensare se non ad un regalo artistico? Mi sono divertita a realizzare delle targhette-ricordo per gli invitati alla piccola ma preziosa festa.

Quella di fare decorazioni per bomboniere è un’idea a cui avevo già pensato ma immaginando tempistiche lunghe e costi rilevanti non osavo proporle. Ecco però l’occasione per fare un test per valutare meglio futuri progetti e richieste: pochi pezzi da preparare e costi di lavorazione (ore di progettazione, di preparazione, di realizzazione, materiali di consumo…) irrilevanti, perchè in questo caso”offro io”! Già che ci siamo, esageriamo: decorazione fronte e retro!

Spunti da partenza? Stavolta nessuno, solo un frenetico entusiasmo. Ho iniziato ritagliando dei quadratini di legno ma perchè abbia scelto quella forma non lo so spiegare. Poi ho acceso il pirografo e via, sempre senza riflettere, disegnando quasi casualmente… volevo solo avere e dare un’idea di quel che sarebbe potuto essere l’effetto. Ho dato anche qualche tocco dorato e rosato, anche se raramente si usa unire colore e pirografia. Tendenzialmente sono d’accordo ma in questa creazione artistica lo scopo era creare una decorazione perfetta per l’occasione, non necessariamente esaltare la tecnica pirografica.

 

Agli sposi i miei ghirigori sono piaciuti ma per elaborare idee migliori ho chiesto le loro preferenze sulla disposizione dei dettagli e sulla scelta della decorazione floreale; nessun particolare desiderio, però lo sposo Emilio (l’esperto di fiori in questo caso era l’uomo… ma anche di impostazione estetica, avendo un passato da geometra!) mi ha consigliato d’ispirarmi a qualcosa che fiorisce in questo periodo.
Tra i fiori suggeriti dallo sposo, quello che ho subito preferito è stato la peonia, perchè qualche mese fa (quando ho creato QUESTO segnalibro) avevo già curiosato in proposito e avevo trovato riferimenti simbolici positivi e benauguranti e proprio peonia, infine, è stata. D’altronde, mentre chiacchieravamo, proprio una bellissima pianta di peonie rosa era lì a guardarci attraverso finestra della cucina…

Per diversi motivi non mi sono occupata anche del confezionamento delle bomboniere, ringrazio quindi “Bo.Ma. Arte della Bomboniera” per il delizioso risultato finale”.

Arrivederci al prossimo post tra realtà e fantasia!

Anna

LE IDI DI MARZO E POI… IL DÌ DI MINERVA

Ci sono fiabe e favole, miti e leggende, fantasia e tradizioni… ogni racconto ha il suo stile e la sua atmosfera e sembrerebbe che alcuni siano più adatti agli adulti mentre altri ai bambini ma basta riflettere un attimo in più per accorgersi che non è così: chiunque può restare affascinato, incuriosito ed arricchito da ogni storia e magari non sarebbe una perdita di tempo rileggere le stesse in diverse fasi della vita, riscoprendole con occhi nuovi.

Nel legnetto dipinto che presento stavolta c’è questa idea, questo mix: è nata una bambina di nome Minerva e mi è stato chiesto di realizzare per lei un artistico regalo di benvenuto. Volevo cerare un’atmosfera “da cameretta” ma come non far girare le immagini intorno alla figura mitologica che quel nome evoca?

TITOLO: Buona Notte Minerva
ISPIRAZIONE: simbologie legate a Minerva
TECNICA: dipinto acrilico su legno
FINITURA: fissativo spray all’acqua
DIMENSIONI: 9,5×14,5cm circa

Hanno quindi preso forma alcuni dei simboli che spesso accompagnano quella dea romana: la civetta, la luna e la pianta d’ulivo (o di alloro, racconterò di questa titubanza in uno dei prossimi post) e forse c’è anche un po’ di Medusa (la cui testa compariva sullo scudo o sul peplo di Minerva) nel serpeggiare delle radici dell’albero.

Per rendere il regalo particolarmente originale s’è pensato di regalarlo nei prossimi giorni, quelli in cui la dea veniva festeggiata: il Quinquatrus, il 19 marzo, cinque giorni dopo le idi di marzo era il giorno dedicato a Minerva e col tempo l’evento si estese per altri quattro giorni e Quinquatria è il nome di questo periodo di festa dal ricco programma (svago e molto altro ancora).

Per ora mi fermo ma leggere di Minerva ha stuzzicato anche altre idee… arrivederci al prossimo post tra realtà e fantasia!

Anna

UN BASILISCO ALL’IMPROVVISO

Finalmente una creatura molto speciale ha fatto spuntare un nuovo post… grazie per l’ispirazione, basilisco! Ci sto mettendo tanto a presentarvi le nuove pirografie finite (potete vedere i “work in progress” cliccando QUI) ma oggi è spuntata l’occasione per creare al volo qualcosa e quindi, senza troppi fronzoli di presentazione, ecco qua una nuova creazione appena bruciata e incerata!

TECNICA: pirografia su legno
DIMENSIONI: 60x90mm circa
NOTE: cordino fatto a mano, finitura a cera
Sapete che mi piace raccontare come nascono le idee, trovare curiosità sui loro soggetti, riflettere e fantasticare ma stavolta è tutto molto semplice: oggi il calendario mi ha detto che è compleanno dell’amico Marco e allora ho pensato al volo ad una piccola sorpresa per fargli gli auguri: il basilisco è per lui una figura molto rappresentativa (qualche tempo fa vi avevo mostrato QUI il logo per la sua attività di guida turistica) e così mi sono messa all’opera ed ecco il risultato. Buon compleanno Marco!
Spero che questa creatura/creazione inganni piacevolmente l’attesa di vedere gli altri progetti già in corso, a presto con i prossimi post tra realtà e fantasia!
Anna

AMICHEVOLMENTE

Quando le cose stanno cambiando e non si sa bene come affrontarle, cosa si può fare per sentirsi meglio? Io credo che passare del tempo con dei buoni amici sia la soluzione migliore: la mente si distrae e dopo è più facile riordinare le idee.

Ci sono poi situazioni particolari in cui gli amici non solo fanno sentire più leggerezza ma addirittura… ispirano! Alcuni, al solo pensarli, mi hanno suggerito le idee per fare qualche nuovo piccolo passo sulla strada della pirografia.

TECNICA: pirografia su legno
DIMENSIONI: 35x90x3mm circa
NOTE: cordini fatti a mano

Ho sempre pensato che “se non ci migliorano la vita son problemi, non amici“… questo quartetto è indubbiamente amichevole!

Per raccontarvi (come al solito) il più possibile riguardo alle mie creazioni, vi faccio notare ancora un dettaglio.
Non sono pratica di ricami e dintorni (per lavoro ne ho progettati a centinaia ma si trattava di disegnarli, non di realizzarli), quindi una manciata di fili ereditati da nonna Mariuccia dormiva sodo nella mia scatola da cucito. Stavolta l’entusiasmo mi ha tentata: ho cercato sul web dei tutorial per creare cordini e… che fatica (e quanto tempo!) con la mia poca pratica ed i fili sottili ma che soddisfazione questi cordoncini fatti a mano! Un piccolo ma personale (e quindi prezioso) tocco in più.

Ora ho proprio finito di raccontare, arrivederci al prossimo post tra realtà e fantasia!

Anna

BIGLIETTI – Dopo i luccichii, gli appiccichii!

Era un’altra piccola idea in cantiere per il futuro, poi un’amica me l’ha chiesta per questo Natale e allora eccola realizzata al volo…

I bigliettini di qualche post fa sono pronti anche in versione chiudipacco adesivi!

Per chi non ha la fantasia, la voglia o il tempo di scrivere dediche ma non vuole fare confusione con i regali…

Arrivederci al prossimo post tra realtà e fantasia!

Anna

BIGLIETTI A NATALE (Anna Bernasconi Art)

Manca meno di un mese a Natale, quindi è ora di mostrare qualche creazione natalizia: spero che non tutti abbiano già fatto incetta di biglietti e regali nei tanti mercatini già visti nelle scorse settimane, così forse qualcuno sceglierà qualcosa creato da me!
Ecco la mia folla di bigliettini 5x5cm disegnati, colorati, ritagliati, forati, scansionati e… Illuminati!
Ho sempre detestato i luccichii ma stavolta ho provato a spargere glitter e pennellate d’oro, argento e bronzo e mi tocca ammettere che il risultato mi piace! Le luci in foto non rendono alla perfezione ma ingrandendo le immagini potete farvene un’idea.
Intorno ad una casetta accogliente
sta facendo festa un sacco di gente:
un elfo, due angioletti e un biscotto
cantano e giocano facendo casotto
ed anche la renna vicino alla slitta
non se ne resta un momento zitta!
Fanno festa tra nastri e lucine
tra cuori allegri e brillanti perline
tra agrifogli con le rosse bacche
tra omini di neve e colorati pacchi
e i pinetti s’illuminano di stelle:
sta arrivando una notte tra le più belle!
Passerà Babbo Natale, sorridendo gioioso 
mentre nella grotta nasce il Bimbo più famoso.
Filastrocca improvvisata, non è certo scritta per vincere un concorso letterario, solo per aggiungere un po’ di allegria!
Se vi piacciono i bigliettini e ne volete delle copie contattatemi tramite il modulo nella colonna qua a destra o scrivetemi un messaggio privato tramite la pagina facebook “Trarealtaefantasia di Anna B.” (cliccare QUI per andare al link)
CLICCATE SULLE IMMAGINI SE VOLETE VEDERLE INGRANDITE!

Spero di inserire presto qualche nuova idea regalo e/o dei biglietti più impegnativi, intanto scorrete tra i vecchi post per dare un’occhiata ai “LEGNETTI” e a i “SEGNALIBRI” già pubblicati!

Arrivederci al prossimo post tra realtà e fantasia!

Anna

COLPO DI FULMINE (FORSE)

Ho ritrovato un vecchio schizzo romantico e così, anche se non amo festeggiare questa ricorrenza, eccovi una mia cartolina “amorosa” e una storiella a tema.

“Era il 14 febbraio di un anno qualsiasi e Lui e Lei, due sconosciuti, passeggiavano sovrappensiero mentre tanti Altri facevano dentro e fuori dai negozi a cercare regali d’amore o se ne stavano a brontolare solitari nelle loro case. In un angolo tranquillo, nel bel mezzo del viavai, stavano due panchine vuote, sotto ad un albero con le prime gemme che suonavano musica di primavera. Lui e lei si sedettero, coi cuori spensierati che gustavano la piacevole aria; sorridevano e alzando lo sguardo i loro occhi s’incontrano…”
 
E poi? Forse hanno scrollato le spalle e continuato su due diverse strade. Forse erano timidi e si sono subito girati dall’altra parte, rimpiangendolo un’ora dopo. O magari si sono alzati, si sono allontanati mano nella mano e si sono regalati sorrisi tutta la vita: innamorarsi secondo me è pensare a qualcuno e sorridere, perchè stare insieme a quella persona rende la nostra vita migliore.

Ognuno scelga il finale che preferisce o ne inventi di nuovi (se vi va di giocare, lasciateli tra i commenti!), così tutti avranno il finale ideale, secondo l’umore ed i differenti modi di amare.

Arrivederci al prossimo post tra realtà e fantasia!

Anna

A VOLTE SUCCEDE D’AMARE O DI ABBOCCARE

Nella settimana di San Valentino m’è venuto da mostrare questa immagine che contiene un cuore ma il cui significato non è molto chiaro. Sì, lo sapete, preferisco le possibilità alle idee fisse… Quindi, cosa starà succedendo nella scena? Ho pensato ad una storiella ma siccome nella vita non si può mai sapere come andrà a finire ho pensato a due finali…

“C’era in un lago un pesce che non voleva mangiare: era un pesce innamorato ma non ricambiato e pensava talmente tanto alla sua pesciolina da scordare tutti i bisogni, tranne quello di conquistarla. Un giorno vide infilzato su di un amo qualcosa che attirò la sua attenzione: non era il solito vermicello ma un cuoricino! Questo cuoricino gli rivelò d’essere stato inviato dal cupido dei laghi e che se una coppia di pescetti l’avesse mangiato i due si sarebbero per sempre amati.”

Il pesce innamorato lo prese e lo portò alla pesciolina: lei accettò quel bocconcino cicciotto e così il cuoricino finì metà dentro lui e metà dentro lei, tenendoli uniti tutta la vita!

O forse la realtà è che… quello sull’amo non era un vero cuore ma solo l’esca lanciata da un astuto pescatore!”

Ammetto di preferire la seconda possibilità: i lieti finali mi piacciono ma non i racconti sdolcinati e poi un po’ di realismo mi piace sempre infilarlo e nella realtà di rimanere fregati succede, soprattutto in amore. Non facciamoci impaurire però: credo valga sempre la pena di tentare ma semplicemente mostrandosi innamorati, senza strani sotterfugi.

Arrivederci al prossimo post tra realtà e fantasia!

Anna

Creato su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: