PIROGRAFIA – FANTASIA FLOREALE CON DEDICA

Una notte mi sono trovata a pensare che gli “spiriti” più particolari faranno parte del mondo eternamente, come se anche dopo la morte di certe persone eccezionali rimanga nell’aria una loro essenza e che essa possa ispirare la vita di chi la respirerà. Ho pensato questo la notte in cui il cuore di una persona per me preziosa smetteva di battere, mentre attendevo notizie toccando i suoi quadri scolpiti nel legno.

TITOLO: “FANTASIA FLOREALE CON DEDICA
TECNICA: pirografia su legno
DIMENSIONI: 21,5×36,5cm

Ricordo poco del creare di mio nonno, mi è rimasta soprattutto una sensazione, legata ad un odore: sentendo profumo di legno mi pare d’essere nel suo laboratorio. Ma mentre io crescevo lui invecchiava ed anche se il mio seguire strade artistiche ci ha legati non ho avuto l’occasione di imparare qualcosa da lui, per di più la scultura mi ha sempre attratta meno della pittura.

Solo negli ultimi anni ho iniziato ad avvertire la sensazione di un’occasione persa, soprattutto dopo essere capitata, qualche anno fa, sul blog che gestiva Massimo Assummami ci sono subito affezionata e seguendolo ho letto per la prima volta di pirografia (anche se lui vi si è dedicato in modo marginale) e una scintilla si è accesa.

Era una scintilla intensa ma piccola, come la rapida puntura di uno spillo. Ci badavo appena ma quella nuova parolina ogni tanto punzecchiava e a furia di sobbalzare mi sono svegliata: quando mi sono accorta che quella tecnica teneva per mano il mio disegnare e l’intagliare di nonno Achille è stata come una sensazionale rivelazione e quella è diventata senza alcun dubbio la prossima strada artistica da prendere!

L’immagine che mostro in questo post è la mia prima “bruciante” creazione, un’immagine che a guardarla da vicino è piena di imprecisioni ma anche di entusiasmo e poi… se vi dico che, pirografando, l’atmosfera si riempie di profumo di legno non c’è bisogno che aggiunga altro, vero? A chi va la dedica l’avrete di certo indovinato.

Arrivederci tra i prossimi post tra realtà e fantasia!
Anna

SOGGETTI STRAORDINARI PER LE MIE TENTAZIONI

(cliccare l’immagine per ingrandirla)

Oggetti e persone: due soggetti coi quali mi cimento poco. Soprattutto le persone! Uomini e bestie non mi affascinano. In questo caso, però, mi son detta: quale modo migliore, per presentare dei gioielli, se non mostrarli indossati?

Si dice che le donne non resistano alle scarpe: io ho due alternative, scarpe da trekking o stivali tipo cowboy.
Si dice che le donne non resistano alle borse: non ne compro da anni, anzi, la maggior parte delle volte le “eredito”.
Si dice che le donne non resistano ai diamanti: potrei arrabbiarmi se ricevessi un anello di fidanzamento, molto meglio, magari, una vacanza in qualche luogo affascinante.

Ma quando mi trovo davanti a delle creazioni artgianali… Che tentazione! E da quando conosco MASSIMO ASSUMMA sono in costante tentazione!

La visione della collana in legno (quella rossa è in resina) mi ha letteralmente fatta impazzire: ho chiamato il mio compagno davanti al monitor del computer e, con gli occhi che brillavano e il dito che indicava, gli ho detto: “Amooooooreeee! Mi chiedi sempre cosa vorrei per compleanno, anniversario… Ebbene: QUESTA!!!”. Ed ecco che me la sono meritata per l’anniversario!

(cliccare l’immagine per ingrandirla)

Massimo, col quale oramai si è amici virtuali, ha apprezzato alcuni miei (modestissimi) esperimenti foto-photoshop. Quindi, con le sue creazioni a portata di mano, ho voluto provare ad elaborare qualcosa che valorizzasse il suo lavoro. Io sono soddisfatta, lui pure. E voi?
Se vi piace quello che vedete tenete presente che il merito principale è dell’artigiano, non delle foto, quindi andate a curiosare tra le sue tante creazioni! Cliccando QUI trovate la sua gallery su deviantART e QUI il suo negozio on-line.

Arrivederci al prossimo post!

Anna

Creato su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: