Tra i pastelli di Picasso e i fiori di Van Gogh.

Un pastello ad olio rosa, uno lilla ed uno verde, tre colori di una nuova (per me) marca, arrivati in laboratorio da parecchio tempo ma ancora intonsi nella loro scatolina; s’è fatta l’ora di prendere un ritaglio di carta e trovare un soggetto buono con cui farli giocare! Se avete letto “Chi vuole petali di maggio… in omaggio?” sapete già che mi piace effettuare la prima stesura dei “nuovi collaboratori” senza la contaminazione di altri.

Sul catalogo d’un sito di articoli per Belle Arti ho letto che “nel 1949, il pittore Henri Goetz chiede a Henri Sennelier di sviluppare un nuovo materiale per il suo amico Pablo Picasso che cerca un pastello colorato a cera. Il frutto di questa collaborazione sarà il “Pastello a olio Sennelier: incuriosita, ho aggiunto al carrello qualcuno di quei colori, in quel momento ero ispirata dai colori tenui e così eccomi ora a provare quei tre. Davvero piacevoli da usare!

Nonostante la storia di questi colori, per provarli non m’è passato per la mente d’ispirarmi a Picasso, chissà invece a quanti sarà venuto spontaneo… sarà che pur comprendendone le qualità non ho mai avuto un istintivo trasporto verso le sue opere? Sono invece finita a dipingere un soggetto molto noto di un altro eccezionale artista, Van Gogh! Collegamento del tutto casuale (l’ispirazione è venuta dal giardino di papà) ma che mi è piaciuto notare, visto che Vincent mi affascina decisamente e trovo meravigliosi i suoi Iris, quelli esposti al Getty Museum di Los Angeles, quelli al Van Gogh Museum di Amsterdam, quelli al Metropilitan Museum di New York

Bene, ho finito di provare i piccoli gruppi di nuovi colori, ora mi posso concentrare senza tentazioni su vecchi progetti che, per vari motivi, da qualche mese dormono sul tavolo da disegno, però mi sovviene che tra poco tempo sarà il mio compleanno: riuscirò a resistere o mi regalerò altre tentazioni?

Arrivederci al prossimo post “tra realtà e fantasia“!

Anna

“Un giaggiolo colorato d’antico”, pastelli a olio su carta, 6×12 cm, disponibile.
Per info su queste o altre opere continua a curiosare nel sito o contattami, sarò lieta di risponderti, senza impegno.

6 risposte a "Tra i pastelli di Picasso e i fiori di Van Gogh."

Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Creato su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: