Vogliamo venire alla festa!

Prototipi di biglietti augurali – inviti – ringraziamenti – bomboniere che posso realizzare e personalizzare per te • creazioni originali di Anna Bernasconi Art

Dal mio blog “Tra realtà e fantasia”.
Per leggere il piccolo racconto di questa ispirazione, clicca QUI!

Biglietti augurali, inviti, ringraziamenti, bomboniere • dipinti su carta • completamente personalizzabili • se vorresti acquistare o commissionarmi un’opera contattami per info, senza impegno.

Anna

Nozze di legno, cuori e messaggi speciali

IMG_20180829_182451SOGGETTO: decorazione personalizzata.
TECNICA: pirografia su legno
DIMENSIONI: 8,5×13 cm circa

Oggettistica in legno personalizzata, realizzo targhe/quadretti/decorazioni simili su commissione.

Nei menu del sito trovi i link agli shop o, se preferisci, per acquistare o per semplici informazioni, trovi anche il modulo per contattarmi.

Puoi leggere la presentazione di questa creazione, insieme a tutte le info, ispirazioni e curiosità, cliccando QUI!

Anna

LA ROSA CHE HO RUBATO

ABart_1805_shop
SOGGETTO: decorazione personalizzata.
TECNICA: matita su carta, applicata su legno
DIMENSIONI: 5×5 cm circa

Opera originale di Anna Bernasconi Art, personalizzata. Puoi richiedermi qualcosa di simile!

Nei menu del sito trovi i link agli shop o, se preferisci, per acquistare o per semplici informazioni, trovi anche il modulo per contattarmi.

Puoi leggere la presentazione di questa creazione, insieme a tutte le info, ispirazioni e curiosità, cliccando QUI!

Anna

CON LA TESTA E CON IL CUORE

Illustrazione creata per la selezione di settembre 2013 di “ILLUSTRATI” a tema “sull’amare”.
TITOLO: “Con la testa e con il cuore”
TECNICA: mista
DIMENSIONI: 21×25,5cm
Mi è venuto in mente di concentrarmi su uno dei grandi dilemmi della vita, sentimentale e non: è meglio usare la testa o il cuore? Io mi chiedo: chi diamine ha messo in circolo la voce che di debba scegliere? Questi due organi funzionano bene solo in simbiosi, come due persone che si amano! Anzi, è usandoli come se non facessero parte di un unico insieme che si combinano pasticci, sia nelle relazioni che nelle scelte personali.
Certamente ognuno ha un suo personale modo di vivere e questa non è che una delle sfumature del mio ed in particolare… sull’amare, ovviamente!
Arrivederci al prossimo post tra realtà e fantasia!

Anna 

COLPO DI FULMINE (FORSE)

Ho ritrovato un vecchio schizzo romantico e così, anche se non amo festeggiare questa ricorrenza, eccovi una mia cartolina “amorosa” e una storiella a tema.

“Era il 14 febbraio di un anno qualsiasi e Lui e Lei, due sconosciuti, passeggiavano sovrappensiero mentre tanti Altri facevano dentro e fuori dai negozi a cercare regali d’amore o se ne stavano a brontolare solitari nelle loro case. In un angolo tranquillo, nel bel mezzo del viavai, stavano due panchine vuote, sotto ad un albero con le prime gemme che suonavano musica di primavera. Lui e lei si sedettero, coi cuori spensierati che gustavano la piacevole aria; sorridevano e alzando lo sguardo i loro occhi s’incontrano…”
 
E poi? Forse hanno scrollato le spalle e continuato su due diverse strade. Forse erano timidi e si sono subito girati dall’altra parte, rimpiangendolo un’ora dopo. O magari si sono alzati, si sono allontanati mano nella mano e si sono regalati sorrisi tutta la vita: innamorarsi secondo me è pensare a qualcuno e sorridere, perchè stare insieme a quella persona rende la nostra vita migliore.

Ognuno scelga il finale che preferisce o ne inventi di nuovi (se vi va di giocare, lasciateli tra i commenti!), così tutti avranno il finale ideale, secondo l’umore ed i differenti modi di amare.

Arrivederci al prossimo post tra realtà e fantasia!

Anna

A VOLTE SUCCEDE D’AMARE O DI ABBOCCARE

Nella settimana di San Valentino m’è venuto da mostrare questa immagine che contiene un cuore ma il cui significato non è molto chiaro. Sì, lo sapete, preferisco le possibilità alle idee fisse… Quindi, cosa starà succedendo nella scena? Ho pensato ad una storiella ma siccome nella vita non si può mai sapere come andrà a finire ho pensato a due finali…

“C’era in un lago un pesce che non voleva mangiare: era un pesce innamorato ma non ricambiato e pensava talmente tanto alla sua pesciolina da scordare tutti i bisogni, tranne quello di conquistarla. Un giorno vide infilzato su di un amo qualcosa che attirò la sua attenzione: non era il solito vermicello ma un cuoricino! Questo cuoricino gli rivelò d’essere stato inviato dal cupido dei laghi e che se una coppia di pescetti l’avesse mangiato i due si sarebbero per sempre amati.”

Il pesce innamorato lo prese e lo portò alla pesciolina: lei accettò quel bocconcino cicciotto e così il cuoricino finì metà dentro lui e metà dentro lei, tenendoli uniti tutta la vita!

O forse la realtà è che… quello sull’amo non era un vero cuore ma solo l’esca lanciata da un astuto pescatore!”

Ammetto di preferire la seconda possibilità: i lieti finali mi piacciono ma non i racconti sdolcinati e poi un po’ di realismo mi piace sempre infilarlo e nella realtà di rimanere fregati succede, soprattutto in amore. Non facciamoci impaurire però: credo valga sempre la pena di tentare ma semplicemente mostrandosi innamorati, senza strani sotterfugi.

Arrivederci al prossimo post tra realtà e fantasia!

Anna

Creato su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: